Advertising

Criteri di Microsoft Advertising

Aspetti legali, di privacy e sicurezza

14 febbraio 2022

Accordo di arbitrato vincolante e atto di rinuncia alla causa collettiva

Se la tua sede di attività principale si trova negli Stati Uniti, l'atto di rinuncia alla causa collettiva e l’accordo di arbitrato vincolante sono applicabili alla tua partecipazione a Microsoft Advertising.

Conformità con il diritto commerciale

Microsoft Advertising e l'inserzionista riconoscono che i servizi e le tecnologie a essi correlate (“Articoli”) possono essere soggetti alle giurisdizioni statunitensi o di altri paesi in materia di esportazione. Entrambe le parti sono tenute a rispettare tutte le leggi e le normative applicabili alle importazioni e alle esportazioni degli Articoli, incluse, a titolo esemplificativo, leggi specifiche del diritto commerciale come i regolamenti statunitensi sull'amministrazione delle esportazioni (EAR) e sul traffico internazionale di armi (ITAR) e i regolamenti sulle sanzioni amministrati dagli Stati Uniti d'America. Ufficio di controllo dei beni stranieri (“OFAC”) (“diritto commerciale”)

L'inserzionista non intraprenderà alcuna azione che possa provocare o coinvolgere Microsoft in una violazione del diritto commerciale applicabile, statunitense o di altri paesi. Nell'eventualità in cui venga a conoscenza di una potenziale violazione del diritto commerciale in relazione all'adempimento del presente contratto, o di una potenziale violazione dei termini descritti nella presente sottosezione, l'inserzionista è tenuto ad avvisare Microsoft il prima possibile e in ogni caso non oltre 14 giorni dopo avere saputo della suddetta violazione. Microsoft può sospendere o interrompere la partecipazione dell'inserzionista a Microsoft Advertising nella misura in cui dovesse ragionevolmente concludere che l'adempimento del contratto può coinvolgerla in una violazione del diritto commerciale applicabile, statunitense o estero, o metterla a rischio di subire sanzioni economiche previste dalle eventuali leggi violate.

Per ulteriori informazioni, consultare la pagina http://www.microsoft.com/exporting.

Requisito di autoregolamentazione per la pubblicità comportamentale online per annunci display e nativi (USA, Canada ed Europa)

Gli inserzionisti che partecipano alle pratiche di pubblicità comportamentale online (OBA, Online Behavioral Advertising) sono responsabili di garantire la conformità ai principi di autoregolamentazione OBA. Si presume che se stai prendendo parte alle pratiche OBA stai ottemperando ai principi di autoregolamentazione.

Canada

(Data di entrata in vigore: ottobre 2013)

Europa

(Data di entrata in vigore: aprile 2012)

Stati Uniti

(Data di entrata in vigore: novembre 2011)

  • Che cos’è AdChoices? Il programma di autoregolamentazione multisettore per la pubblicità comportamentale online è stato sviluppato da IAB, 4As, ANA, DMA, BB e altri per creare principi validi in tutto l'ecosistema della pubblicità online. Il programma di autoregolamentazione si basa su sette principi di autoregolamentazione per la pubblicità comportamentale online. Il principio di trasparenza è stato creato per offrire una maggiore divulgazione delle informazioni agli utenti finali, usando una notifica AdChoices all’interno o intorno a un annuncio online. I principi di autoregolamentazione OBA sono disponibili qui:  http://www.aboutads.info/principles/
  • Motivazione dei criteri: Microsoft supporta i presenti principi per sostenere il miglioramento della trasparenza e del controllo dei consumatori per gli utenti finali. IAB, 4As, NAI, DMA, BBB, AAF e ANA raccomandano ai propri membri di aderire a questi principi. A chi utilizza Microsoft come server di annunci di prima parte per pubblicare i propri annunci, Microsoft sovrapporrà l’icona di AdChoices sull'annuncio e/o mostrerà l’icona AdChoices intorno ai posizionamenti annuncio sui siti di Microsoft.

Informative sulla privacy e sulla protezione dei dati

Non è consentita la pubblicità di siti web il cui principale o unico scopo sia la raccolta di dati personali, intesi come qualsiasi informazione che possa essere utilizzata, da sola o assieme ad altre, per individuare una persona, per usare marketing promozionale o diretto ai consumatori, o per azioni associate a tali scopi, inclusa la pubblicizzazione di pagine che si collegano o rimandano a tali siti.

  • I siti non possono raccogliere informazioni personali senza il consenso dell’utente.
  • La raccolta di informazioni sensibili, come i dati finanziari e sanitari, i dati di documenti di identità rilasciati dal governo e via dicendo, deve essere effettuata su siti ospitati su un server sicuro, protetti da protocolli come SSL (http), e solo se strettamente necessaria.
  • Come inserzionista, è tua responsabilità ottemperare a tutte le leggi e normative applicabili in relazione alla raccolta e all’uso da parte tua dei dati personali degli utenti. Se raccogli dati personali, devi farlo in modo sicuro.

Informativa sulla privacy

Devi fornire un collegamento ben visibile dalla tua pagina di destinazione — o includere nella pagina di destinazione — a un’informativa sulla privacy applicabile ai dati che raccogli. Questa informativa sulla privacy deve:

  • Includere in modo chiaro e visibile il nome dell’azienda che si occupa della raccolta dei dati personali.
  • Indicare chiaramente lo scopo della raccolta e l'uso dei dati.
  • Fornire le istruzioni per scegliere l'esclusione, ove possibile.
  • Altre informazioni, secondo quanto previsto dalla legislazione e dalle normative applicabili.

Remarketing e personalizzazione

Microsoft si impegna alla creazione di un ambiente online affidabile, sicuro ed equo.  Di conseguenza, Microsoft si impegna a fornire un’esperienza online della massima qualità per gli inserzionisti e i consumatori. Oltre alla conformità ai presenti criteri, agli inserzionisti viene chiesto di ottemperare a tutte le leggi e normative applicabili, incluse quelle destinate a garantire un accesso equo al credito. Gli inserzionisti non possono destinare annunci solo ad alcuni utenti o escluderne altri dalla popolazione che riceve gli annunci, in base a categorie vietate (inclusa ogni eventuale variabile applicabile a tali categorie) ai sensi della legge in vigore. È obbligo dell'inserzionista comprendere e ottemperare a tali divieti applicabili nel mercato/nei mercati in cui opera. Agli inserzionisti non è consentito usare attività di remarketing o di personalizzazione mirate a discriminare o intraprendere attività illegali quali, ad esempio, prestiti predatori.

RICERCA RICERCA


Remarketing

In Microsoft Advertising diamo molta importanza ai diritti sulla privacy degli utenti finali, degli inserzionisti e dei clienti, e ci impegniamo a mantenere i più elevati standard di gestione dei dati e tutte le procedure consigliate in materia di privacy.

Il remarketing è una pratica che ti consente di coinvolgere un gruppo di destinatari che ha già visitato il tuo sito/i tuoi siti Web. Per partecipare al remarketing, devi aggiungere al tuo sito Web un tag UET (Universal Event Tracking), che consente a Microsoft di identificare le visite degli utenti finali al tuo sito. Microsoft Advertising ti consente di segmentare i tuoi gruppi di destinatari mediante la creazione di elenchi di remarketing in base all’attività degli utenti finali sul tuo sito/sui tuoi siti e quindi ottimizzare le tue campagne in base a tali segmenti.

I tuoi elenchi di remarketing verranno impiegati esclusivamente per le tue campagne pubblicitarie online a pagamento e non verranno condivisi con terze parti o con altri inserzionisti o partner né altrimenti usati da Microsoft per qualsiasi altro scopo non descritto in questa informativa.

Se si sceglie di abilitare il remarketing, bisogna prestare attenzione ai seguenti requisiti applicabili alle campagne di remarketing. I presenti requisiti vanno ad aggiungersi ai requisiti generali riportati nelle informative sulla privacy e sulla protezione dei dati di Microsoft Advertising e nel contratto di Microsoft Advertising.

  • Informativa sulla privacy. Il tuo sito Web deve contenere in bella vista un’informativa sulla privacy per informare gli utenti delle tue prassi di raccolta e utilizzo dei dati. Se decidi di attivare il tag UET e di sfruttare le potenzialità offerte dal remarketing online, la tua informativa sulla privacy deve indicare che all’interno dei tuoi servizi Web vengono svolte attività di monitoraggio e condivisione dei dati dei singoli utenti finali con terze parti, a scopi pubblicitari e di marketing. Per ulteriori informazioni, consultare le informative sulla privacy e sulla protezione dei datie il contratto di Microsoft Advertising.
  • Disattivazione del targeting comportamentale. In conformità con le procedure consigliate accettate dal settore, sei tenuto a informare i tuoi utenti finali in merito alla possibilità di disattivazione della pubblicità basata sugli interessi. La tua informativa sulla privacy deve pertanto contenere una sezione che informa gli utenti su come esercitare i propri diritti di uscita dal servizio, indirizzandoli verso risorse quali la pagina di annullamento per i consumatori NAI o la pagina di annullamento DAA. Queste risorse sono inoltre disponibili nell'Informativa sulla privacy di Microsoft Advertising alla sezione dedicata alle opzioni personali.
  • È vietato usare dati sensibili o categorie vietate ai sensi della legge applicabile per la creazione di elenchi di remarketing. I dati sensibili possono includere, a titolo esemplificativo, dati relativi ad appartenenza politica, religione, orientamento sessuale, identità di genere, malattie sessualmente trasmissibili, disturbi mentali quali ansia o depressione, malattie terminali e altre malattie.
  • È vietato usare il remarketing per contenuti, prodotti o servizi non consentiti.
  • Utenti minorenni. È vietato creare un elenco di remarketing, effettuare il retargeting o altrimenti profilare singoli individui di età inferiore ai 18 anni o soggetti ad altre limitazioni di età applicabili nei mercati in cui si opera. Inoltre, è vietato selezionare come pubblico di destinazione gli utenti che non hanno raggiunto l’età minima richiesta per il prodotto pubblicizzato. Ad esempio, non si possono rivolgere pubblicità di bevande alcoliche a utenti di età inferiore a quella minima applicabile per il consumo di bevande alcoliche.
    • Servizi Web rivolti a bambini. Il remarketing dei gruppi di destinatari non deve essere implementato in siti o applicazioni rivolti a bambini di età inferiore ai 18 anni o soggetti ad altre restrizioni di età applicabili nei mercati in cui si opera.
  • Uso non autorizzato del tag di monitoraggio. Sono severamente vietate la modifica, l’alterazione o la manomissione del tag di monitoraggio UET e dello script del tag, per usi diversi da quelli esplicitamente autorizzati da Microsoft. Ulteriori informazioni sull’implementazione e l’uso del tag UET.
  • Geolocalizzazione precisa su dispositivi mobili. Se si decide di trasmettere a Microsoft la posizione precisa di un utente finale, è possibile farlo esclusivamente previo il suo esplicito consenso.
  • Associazione di altri dati personali. Oltre a quanto sopra indicato, non è possibile associare altri dati personali agli elenchi di remarketing o ai tag UET, né tentare di inviare in alcun modo tali informazioni a Microsoft.
  • Provider di dati di terze parti. Microsoft può decidere periodicamente di collaborare con provider di dati di terze parti per consentire l’uso di dati di terze parti nelle campagne di remarketing per i propri inserzionisti. Lo scambio di dati personali tra gli inserzionisti e gli eventuali provider di dati sarà gestito in conformità con le rispettive procedure in materia di privacy e con i singoli contratti applicabili che tali parti possono avere sottoscritto. Microsoft non riceverà alcun dato, personale o meno, nell’ambito di tali relazioni, tranne ove diversamente stabilito in questa o in altre informative applicabili o dove si riveli necessario per garantire il rendimento delle campagne pubblicitarie e l’uso di questa funzionalità di remarketing online. Microsoft non è responsabile di eventuali perdite di dati, violazioni di dati, uso non autorizzato di informazioni personali o altre responsabilità che possono derivare dalle relazioni tra gli inserzionisti e i provider di dati.
Personalizzazione

La personalizzazione della pubblicità tramite l’uso delle impostazioni di targeting degli annunci sulla nostra piattaforma consente di rivolgere una campagna o un gruppo di annunci a gruppi di destinatari potenziali che soddisfano criteri specifici; in questo modo, il tuo pubblico ideale avrà più probabilità di vedere i tuoi annunci. Le opzioni di personalizzazione consentono di esporre il più possibile i tuoi annunci ai gruppi di destinatari che presentano un maggiore interesse potenziale per i tuoi prodotti o servizi.

Le pubblicità di alloggi, offerte di lavoro e servizi di credito non possono utilizzare il targeting in base a codice postale, sesso o fascia d’età.


Annunci destinati a bambini/minori

  • Gli inserzionisti devono ottemperare a tutte le normative legali e ad altri requisiti applicabili.
  • Negli Stati Uniti, i contenuti devono attenersi ai requisiti COPPA (The Children’s Online Privacy Protection Act), disponibili all’indirizzo https://www.ftc.gov/enforcement/rules/rulemaking-regulatory-reform-proceedings/childrensonlineprivacyprotection-rule.
  • I contenuti devono attenersi alle linee guida dell'Unità di revisione della pubblicità per bambini (Children’s Advertising Review Unit) (solo per gli Stati Uniti), disponibili all’indirizzo http://www.caru.org.
  • In California (USA), i contenuti devono attenersi al California Online Privacy Protection Act (CalOPPA).
  • Nel Delaware (USA), i contenuti devono attenersi al Delaware Online Privacy and Protection Act.
  • Nota:
    • I suddetti criteri/atti/leggi sono soggetti a modifiche. Consulta regolarmente queste normative per restare sempre aggiornato.  
    • CalOPPA. Gli inserzionisti non possono pubblicare annunci nelle seguenti categorie rivolti ai minori di 18 anni residenti in California, USA. Se non sono disponibili informazioni di targeting per località e/o demografico, le seguenti categorie di annunci non sono pubblicabili. Se è disponibile solo il targeting per località ma non quello demografico che limita il pubblico di destinazione alle persone di età superiore ai 18 anni, gli inserzionisti devono astenersi dal pubblicare tali annunci rivolti a chiunque risieda in California.
      • Bombolette di vernice in grado di danneggiare proprietà; Pasta acidante in grado di danneggiare proprietà.
      • Le normative/leggi in materia di annunci rivolti ai bambini variano in base ai mercati. Collabora con il tuo contatto dell'ente di controllo locale per capire se un annuncio specifico può essere pubblicato.
      • Non sono consentiti annunci che chiedano dati personali.

Metriche di monitoraggio e utilizzo dei dati

VISUALIZZAZIONE VISUALIZZAZIONE

  • L’inserzionista/agenzia e le terze parti sono responsabili di garantire la conformità ai presenti criteri da parte di eventuali altre terze parti con cui si trovino a collaborare.
  • I cookie possono essere impostati esclusivamente da parti che hanno sottoscritto un accordo di pubblicazione di annunci di terzi in adempimento a tutti gli altri criteri e normative settoriali.
  • Alcuni tag di conversione o del monitoraggio, quali ad esempio dati sul rendimento o tag azioni, potrebbero essere consentiti in contenuti creativi e nelle pagine di destinazione con alcune limitazioni:
    • È vietata la modifica di tag consentiti o l’aggiunta di ulteriori tag o di tecnologie di monitoraggio ai tag consentiti.
    • Dati sul rendimento: non possono essere abbinati ad alcun dato del sito o ai dettagli dell’OI (ordine di inserzione).
    • Dati del sito
      • Possono essere usati solo per creare report sul rendimento della campagna per l’inserzionista identificato nell’OI; ad esempio, per convalidare il rendimento della campagna (ad es., conversioni) come riportato nell’OI, a meno che tale campagna non sia stata acquistata “alla cieca”.
      • Non possono essere usati per riconvertire o modificare in altro modo i segmenti di utenti.
    • Possono essere usati per scopi di gestione della frequenza limitatamente all’inserzionista specificato nell’OI.
    • Possono essere usati per la rotazione degli annunci per l’inserzionista specificato nell’OI.
    • Non possono essere usati per scoprire o rendere noto un sito cieco (qualsiasi sito presente sul network non reso noto da Microsoft).
    • Non possono far quadrare fatturazioni o report di terze parti ove non espressamente consentito da Microsoft.
    • Non possono raccogliere o divulgare dati personali.
  • Divulgazioni dell’informativa sulla privacy richieste:
    • Quando l’inserzionista/agenzia inserisce un tag di azione nella pagina di destinazione o all’interno dell’annuncio stesso.
    • L’inserzionista/agenzia è responsabile della divulgazione di informazioni sulla raccolta, sull’uso e sulla condivisione di dati attraverso il tag nell’informativa sulla privacy dell’inserzionista/agenzia o in altre posizioni di primo piano in cui gli utenti finali possono trovare tali tag.
    • È consentito il monitoraggio da parte di terzi che forniscono servizi all’agenzia/inserzionista (come risposte di monitoraggio e conversione), purché la terza parte in questione si impegni a segnalare esplicitamente la raccolta e l’uso di tali dati nell'informativa sulla privacy del proprio sito Web.

Tecnologie di monitoraggio online
  • È severamente proibita l’inclusione di tecnologie di monitoraggio online, quali web beacon, pixel, LSO, ecc.
  • È richiesta la conformità alle normative in materia di privacy online e agli standard di settore che possono comprendere, a titolo esemplificativo, rifiuto esplicito funzionale, informativa sulla privacy e altre dichiarazioni di non responsabilità relative alla raccolta o all'utilizzo dei dati, nonché limiti alla condivisione dei dati di terze parti. La responsabilità di verificare e garantire la conformità a quanto sopra specificato sarà sempre completamente a carico dell'inserzionista.

NATIVI NATIVI

  • L’inserzionista/agenzia e le terze parti sono responsabili di garantire la conformità ai presenti criteri da parte di eventuali altre terze parti con cui si trovino a collaborare.
  • I cookie possono essere impostati esclusivamente da parti che hanno sottoscritto un accordo di pubblicazione di annunci di terzi in adempimento a tutti gli altri criteri e normative settoriali.
  • Alcuni tag di conversione o del monitoraggio, quali ad esempio dati sul rendimento o tag azioni, potrebbero essere consentiti in contenuti creativi e nelle pagine di destinazione con alcune limitazioni:
    • È vietata la modifica di tag consentiti o l’aggiunta di ulteriori tag o di tecnologie di monitoraggio ai tag già consentiti.
    • Dati sul rendimento: non possono essere abbinati a alcun dato del sito o a dettagli dell’OI (ordine di inserzione).
    • Dati del sito
      • Possono essere usati solo per creare report sul rendimento della campagna per l’inserzionista identificato nell’OI; ad esempio, per convalidare il rendimento della campagna (ad es., conversioni) come riportato nell’OI, a meno che tale campagna non sia stata acquistata “alla cieca”.
      • Non possono essere usati per riconvertire o modificare in altro modo i segmenti di utenti.
    • Possono essere usati per scopi di gestione della frequenza limitatamente all’inserzionista specificato nell’OI.
    • Possono essere usati per la rotazione creativa di annunci per l’inserzionista specificato nell’OI.
    • Non possono essere usati per scoprire o rendere noto un sito cieco (qualsiasi sito presente sul network non reso noto da Microsoft).
    • Non possono riconciliare fatturazioni o creazione di report di terze parti ove non espressamente consentito da Microsoft.
    • Non possono raccogliere o divulgare dati personali.
  • Divulgazioni dell’informativa sulla privacy richieste:
    • Quando l’inserzionista/agenzia inserisce un tag azioni nella pagina di destinazione o all’interno dell’annuncio stesso.
    • L’inserzionista/agenzia è responsabile della divulgazione di informazioni sulla raccolta, sull’uso e sulla condivisione di dati attraverso il tag nell’informativa sulla privacy dell’inserzionista/agenzia o in altre posizioni di primo piano in cui gli utenti finali possono trovare tali tag.
    • È consentito il monitoraggio da parte di terzi che forniscono servizi all’agenzia/inserzionista (come risposte di monitoraggio e conversione), purché la terza parte in questione si impegni a segnalare esplicitamente la raccolta e l’uso di tali dati nell'informativa sulla privacy del proprio sito Web.

Tecnologie di monitoraggio online
  • È severamente proibita l’inclusione di tecnologie di monitoraggio online, quali web beacon, pixel, LSO, ecc.
  • È richiesta la conformità alle normative in materia di privacy online e agli standard di settore che possono comprendere, a titolo esemplificativo, rifiuto esplicito funzionale, informativa sulla privacy e altre dichiarazioni di non responsabilità relative alla raccolta o all'utilizzo dei dati, nonché limiti alla condivisione dei dati di terze parti. La responsabilità di verificare e garantire la conformità a quanto sopra specificato sarà sempre completamente a carico dell'inserzionista.

Malware e sicurezza

Microsoft non ammette la presenza di malware o di minacce per la sicurezza nelle pagine dei propri editori e procederà immediatamente alla rimozione degli annunci incriminati, senza preavviso, e può adottare ulteriori misure per rimuovere inserzionisti, acquirenti o marchi qualora ritenga che costituiscano un rischio per la sicurezza di Microsoft e dei suoi utenti finali. Di seguito viene riportato un elenco non esaustivo delle definizioni e delle attività di malware e delle minacce per la sicurezza che saranno soggette a rimozione immediata:

  • Annunci e/o relative pagine di destinazione che contengono virus, worm, file corrotti, violazioni o altri materiali che possono danneggiare o rendere inutilizzabili software, hardware o misure di sicurezza di Microsoft, qualsiasi utente di un prodotto o di un servizio di Microsoft o qualsiasi terza parte.
  • Annunci che contengono eventuali script destinati a estrarre i dati personali dell’utente.
  • Annunci che vengono reindirizzati automaticamente a una qualsiasi posizione o che conducono l’utente al di fuori di un’app o di un browser.
  • Annunci che generano una finestra pop-up di qualsiasi tipo.
  • Annunci che includono falsi avvisi di virus e altre tattiche di “scareware”, aggiornamenti software o contenuto di phishing.
  • Collegamenti diretti a file eseguibili, reinstallazioni o app in grado di alterare il software installato.
  • Annunci o collegamenti di individuazione eventi che reindirizzano a domini dannosi. 
  • Annunci che usano script destinati a estrarre criptovaluta.
  • Annunci che avviano la composizione automatica di un numero di telefono.
  • Annunci che alterano il contenuto o il layout delle pagine del sito dell’editore.
  • Annunci che hanno un impatto generale su rendimento, affidabilità e qualità dell’esperienza informatica dell’utente (ad es. rendimento basso del computer, produttività ridotta, danneggiamento del sistema operativo o altri problemi).
  • Annunci che hanno un impatto negativo sulla sicurezza del computer dell’utente o che cercano di eludere o disattivare le misure di sicurezza, inclusi, a titolo esemplificativo, indizi di comportamenti dannosi. 
  • Annunci che si avvalgono di qualsiasi forma di tecnologia di cloaking volta a offuscare parte di un annuncio da scansioni, controlli o da un segmento di utenti.

Phishing

Sono vietati i siti di phishing che cercano di indurre i visitatori a condividere i loro dati personali a scopi fraudolenti, quali il furto di identità.

Per ulteriori informazioni sulla raccolta conforme di dati personali, consultare i Criteri di pertinenza e qualità.

Per segnalare un sito sospettato di phishing, usare il modulo di invio annunci di bassa qualità ed escalation.