Passa a contenuti principali

Per prevedere le attività future degli utenti, una delle cose più utili è conoscere i loro comportamenti del passato. Le identità e le personalità degli utenti influenzano le loro preferenze di acquisto. Ad esempio, per alcune categorie di prodotti, le fasce d’età e il sesso degli utenti sono determinanti. Un contesto altrettanto utile è dato dalle informazioni su dove, come e quando gli utenti effettuano le loro ricerche.

Le opzioni del targeting per gruppo di destinatari in Bing Ads aiutano a massimizzare l'esposizione degli annunci ai clienti potenzialmente più interessati ai prodotti o servizi dell’inserzionista. Ogni gruppo di destinatari si trova in un punto diverso del percorso decisionale che conduce all’eventuale acquisto e questo comporta diversità nelle intenzioni di acquisto e nei valori di conversione.

Aumenta le conversioni e raggiungi gruppi di destinatari curati che offrono maggiori probabilità di conversione nel tuo settore.  Migliora le offerte e il targeting, configura il tuo gruppo di annunci in modo che sia dedicato a un solo gruppo di destinatari presente in un elenco curato oppure disponibile a tutti ma con una rettifica di offerta per il suddetto gruppo di destinatari, come negli elenchi di Remarketing sui motori di ricerca.

Al termine di questo modulo formativo sul targeting per gruppo di destinatari in base al comportamento e ai dati demografici, sarai in grado di:

  • Moltiplicare le opportunità usando dati demografici come l’età e il sesso.
  • Utilizzare il Remarketing sui motori di ricerca per rintracciare e contattare chi ha già visitato il tuo sito Web.

Remarketing sui motori di ricerca

Quando gli utenti esaminano prodotti e servizi online, raramente acquistano durante la prima visita su un sito. Al contrario, le persone visitano un sito, controllano la concorrenza, confrontano i prezzi e a volte semplicemente si distraggono (e in tutto questo non seguono un ordine particolare). Circa il 96% dei visitatori lasciano i siti Web senza acquistare.

Per gli utenti alla prima visita, la percentuale media di abbandono del sito Web supera il 60% e quella di abbandono del carrello senza procedere all’acquisto supera il 70%. Ed è qui che entra in gioco il remarketing. Con il remarketing, gli inserzionisti possono:

  • Richiamare tutti o una parte di visitatori che non hanno finalizzato l’acquisto e mantenere così il massimo della notorietà
  • Escludere o fare offerte di up-selling o cross-selling ai clienti esistenti
  • Incentivare e aumentare il ROI (ritorno sugli investimenti)

Il remarketing sui motori di ricerca ti consente di migliorare il ritorno sugli investimenti ottimizzando le campagne per gruppi di destinatari specifici, corrispondenti alle persone che hanno già visitato il tuo sito Web.  Per prima cosa è necessario creare un elenco di remarketing, per definire gli utenti in base alle azioni che hanno intrapreso sul sito, quindi occorre creare un’associazione tra l’elenco di remarketing e un gruppo di annunci. Esistono due tipi di associazioni:

  • Se desideri mostrare i tuoi annunci al gruppo di destinatari selezionato, devi creare un’associazione di targeting e quindi ottimizzare il gruppo di annunci rettificando le offerte, personalizzando gli annunci e ampliando le parole chiave.
  • Se cerchi invece di impedire che i tuoi annunci siano visualizzati da un determinato gruppo di destinatari, devi creare un'associazione di esclusione.

Gli utenti inclusi in un elenco di remarketing rimarranno in elenco finché il loro profilo continuerà a corrispondere alla definizione dell’elenco in questione. Questo succede a prescindere dal fatto che abbiano cliccato o meno il tuo annuncio o da come siano giunti al tuo sito Web (ad esempio, attraverso un motore di ricerca o un altro sito).

Prima di segmentare il tuo pubblico di destinatari utilizzando gli elenchi di remarketing, è inoltre necessario configurare la funzionalità Universal Event Tracking (UET) per consentire a Bing Ads di raccogliere dati dal tuo sito Web.

UET

 

Dopo avere aggiunto il tag UET al tuo sito Web, puoi iniziare a definire e creare elenchi di remarketing in base a una particolare attività dell'utente.

Nota: se inserisci il tag in tutto il sito (Web e mobile), avrai più possibilità di definire e creare gruppi di destinatari target.

Creazione di un elenco di remarketing

Bing Ads ti offre un'ampia gamma di opzioni di targeting che ti permettono di entrare in contatto con il tuo pubblico ideale al momento giusto e con il messaggio giusto. Oltre al targeting per ora del giorno, area geografica, dati demografici e dispositivo, il remarketing ti offre un targeting basato sulle attività svolte dagli utenti. Questo significa che è possibile impostare come target gli utenti che hanno visitato la Home page o la pagina di una categoria di prodotto specifica, e persino gli utenti che hanno riempito un modulo lead o che hanno abbandonato il carrello acquisti.

Visitatori generici: utenti che hanno visitato una pagina qualsiasi del tuo sito Web. Questo è di solito uno degli elenchi più grandi perché include ogni persona che abbia espresso un interesse nei confronti della tua azienda visitando il tuo sito.

  • Crea un elenco di remarketing che includa tutti i visitatori di ogni pagina del sito, indicando che l'URL contiene il tuo dominio. Ad esempio,  le persone che hanno visitato una qualsiasi pagina con condizione: URL che contiene “miosito.com”.

Visitatori per prodotti: utenti che hanno visitato pagine specifiche del tuo sito o cercato prodotti specifici.

  • Crea un elenco di remarketing che includa tutti gli utenti che hanno visitato la pagina di una categoria di prodotto specifica il cui URL contiene la definizione del prodotto. Ad esempio:  le persone che hanno visitato una qualsiasi pagina con condizione: URL che contiene “miosito.com/scarpe”.

Abbandoni del carrello o del modulo lead: utenti che inseriscono prodotti nel carrello e non completano l'acquisto o compilano un modulo lead e non lo inviano. Questi visitatori rappresentano uno dei potenziali di vendita più preziosi.

  • Crea un elenco di remarketing che includa tutti gli utenti che hanno inserito articoli in un carrello o iniziato a compilare un modulo lead, e che escluda quelli che invece hanno completato un acquisto o inviato un modulo lead. Ad esempio: le persone che hanno visitato una pagina con condizione: URL che contiene "miosito.com/carrello", ma non hanno visitato un'altra pagina con condizione: URL che contiene "miosito.com/grazie".

Conversioni recenti: utenti che hanno completato un acquisto o inviato un modulo lead. Questi visitatori rappresentano un'opportunità di cross-selling o up-selling di altri prodotti.

  • Crea un elenco di remarketing che includa tutti gli utenti che hanno completato un acquisto o inviato un modulo lead. Ad esempio:  le persone che hanno visitato una qualsiasi pagina con condizione: URL che contiene “miosito.com/grazie”.

Visitatori fedeli: visitatori abituali che rappresentano i tuoi attuali e potenzialmente migliori clienti.

  • Se hai un programma fedeltà, crea un elenco di remarketing che includa tutti gli utenti che hanno visitato le pagine di tale programma. Ad esempio:  le persone che hanno visitato una qualsiasi pagina con condizione: URL che contiene “miosito.com/raccoltapunti”.

Per creare un elenco di remarketing, fai clic sulla pagina Campagne e quindi, nel pannello a sinistra, fai clic su Raccolta condivisa.

 

Pannello a sinistra con Raccolta condivisa evidenziata

In Raccolta condivisa, fai clic su Gruppi di destinatari.

Pannello a sinistra con Gruppi di destinatari evidenziato

Fai clic su Crea elenco di remarketing.

Pagina Gruppi di destinatari con pulsante di creazione evidenziato

Associazione di elenchi di remarketing a gruppi di annunci

Le campagne di remarketing sui motori di ricerca possono aiutarti a raggiungere diversi obiettivi, come:

  • Indurre gli utenti alle azioni che consideri preziose per la tua attività commerciale (ad es. le conversioni e le iscrizioni al sito).
  • Migliorare il ROI.
  • Vendita incrociata (cross-selling) e multipla (up-selling) ai clienti.

Dopo che i tuoi elenchi di remarketing sono stati creati e hanno cominciato a popolarsi di utenti qualificati, è importante associare gli elenchi ai gruppi di annunci in modo che possano essere processati.

È possibile raggiungere i suddetti obiettivi agganciando gli utenti selezionati tramite la combinazione delle strategie elencate di seguito.

Aumento delle offerte

Puoi aumentare le tue offerte fino a +900% per gli utenti che hanno abbandonato un carrello o iniziato a compilare, senza inviarlo, un modulo lead, perché questi sono clienti molto preziosi.

Puoi aumentare le tue offerte del 200% nella tua pagina di ringraziamento. O del 100% sulla pagina di una categoria di prodotto, o del 50% sulla tua Home page.

È possibile personalizzare gli annunci e le pagine di destinazione.  Ad esempio, pubblicare un annuncio con un'offerta o uno sconto può aumentare le probabilità di conversione di un utente che ha già visitato la pagina di una categoria di prodotto sul tuo sito.

Personalizzazione degli annunci

Quando si creano elenchi di remarketing, è possibile pubblicare annunci personalizzati per ciascun gruppo di destinatari definito. Pubblicare diversi testi di annuncio, estensioni e/o pagine di destinazione può essere un ottimo modo per vendere altri prodotti in cross-selling e up-selling a un pubblico specifico. Ad esempio, un rivenditore ha creato un elenco di remarketing per gli utenti che hanno di recente acquistato scarpe da running. Il rivenditore può quindi pubblicare per questi utenti un annuncio per il cross-selling di abbigliamento da running o con uno sconto per il loro prossimo acquisto.

Per cominciare:

  • Crea una nuova campagna e/o un gruppo di annunci che abbia come target solo gli utenti presenti nel tuo elenco di remarketing.
  • Crea annunci e/o pagine di destinazione univoche per questo elenco di remarketing.
  • Aumenta l'offerta per assicurarti che gli annunci personalizzati siano pubblicati nei risultati di ricerca del tuo pubblico selezionato.
  • Segui il rendimento della campagna e fai tutte le modifiche che ritieni necessarie.

Dati demografici: età e sesso

Per alcune categorie di prodotti, le fasce d’età e il sesso degli utenti sono determinanti. Con Bing Ads, puoi attrarre gruppi di utenti appartenenti a specifiche fasce d’età e di sesso diverso. Puoi personalizzare il testo dell’annuncio in base al gruppo di destinatari, al quale puoi collegarti in modo esclusivo o incrementale. Aumentando o riducendo l’offerta puoi collegarti più o meno di frequente con il tuo gruppo di destinatari. I dati demografici possono essere applicati a livello di campagna o di gruppo di annunci.

Per impostare il targeting per età o sesso, fai clic su Impostazioni campagna avanzate, quindi su Dati demografici. Le rettifiche di offerta possono essere aumentate fino al 900% e ridotte fino al 90%. Ricorda che quando applichi rettifiche di offerta per fasce di età e sesso, i tuoi annunci appariranno più di frequente al tuo pubblico selezionato, ma appariranno comunque anche al pubblico che non rientra nelle categorie demografiche target.

Le fasce d’età sono: 18-24, 25-34, 35-49, 50-64 e 65+.

Impostazioni campagna avanzate

 

Leggi l’approfondimento su come aumentare o ridurre l’offerta per gruppi di destinatari target specifici.

Riepilogo

Targeting per gruppo di destinatari: il comportamento e i dati demografici ti aiutano a rivolgere una campagna o un gruppo di annunci a una "categoria" di potenziali clienti che corrisponde a criteri specifici; in questo modo, il tuo pubblico ideale avrà più probabilità di vedere i tuoi annunci. Puoi aumentare le conversioni, migliorare le offerte e raggiungere gruppi di destinatari curati che offrono maggiori probabilità di conversione nel tuo settore.

Ricorda che ogni gruppo di destinatari si convertirà in percentuali e valori diversi per la tua azienda. Le attività e gli acquisti futuri sul tuo sito Web saranno diversi per ogni gruppo di destinatari.

Punti da ricordare:

  • Con il remarketing sui motori di ricerca puoi escludere o fare offerte di upselling o cross-selling ai clienti esistenti.
  • Associare i gruppi di destinatari del remarketing a gruppi di annunci.
  • Utilizzare i dati demografici per raggiungere gruppi di destinatari specifici.

Grazie per avere letto questo modulo formativo sul funzionamento del remarketing. Continua la formazione o sostieni l’esame per diventare un Professionista Accreditato Bing Ads.

Alcune funzionalità descritte in questo modulo formativo potrebbero non essere disponibili in tutti i mercati.